“I Passeggeri del Vento”: il capolavoro di François Bourgeon finalmente in edizione integrale

Fedele all’obiettivo di presentare le più belle e significative opere a fumetti con ambientazioni d’epoca, la collana “Historica” accoglie adesso sulle sue pagine la saga de “I passeggeri del vento”, capolavoro assoluto di François Bourgeon, dove il feuilleton in costume si incrocia con l’epica marinaresca e l’avventura esotica.

Blog 9 ottobre 2015 alle 12:00

Col trentaseiesimo numero – che a partire da oggi troverete in edicola e, tra qualche giorno, anche nelle librerie, nelle fumetterie e negli store online – la collana Historica, testata ammiraglia di Mondadori Comics, celebra i suoi tre anni di vita editoriale. Un evento importante, considerando che si tratta di una linea di volumi cartonati, ad alta foliazione, a colori e dal prezzo popolare nata anche per scardinare la supremazia fino a quel momento detenuta, in ambito mainstream, da altri format.

Un obiettivo produttivo che ha dato i suoi frutti, riscuotendo un considerevole successo di pubblico e di critica e generando una pletora di epigoni che, in vari modi e con risultati altalenanti, hanno provato a ricatturarne lo spirito. Un compito difficile, visto che “Historica” ha saputo finora miscelare il meglio delle produzioni contemporanee e inedite a sfondo storiografico col recupero di quei classici che hanno contribuito in maniera determinante a definire il genere.

È il caso de Le sette vite dello Sparviero di Patrick Cothias e André Juillard, serie che negli anni Ottanta seppe infondere per la prima volta, in un’opera destinata al medium fumettistico, l’immaginario vivo e reale di un’altra epoca (in questo caso, la Francia di Luigi XIII). O anche, rimanendo allo stesso decennio, de Le Torri di Bois-Maury di Hermann, in cui l’accuratezza descrittiva di usi, costumi e mentalità medievali raggiunse vertici mai toccati prima di allora.

Due titoli che le scelte di catalogo di Mondadori Comics hanno consegnato a un pubblico ampio e variegato, sottraendole all’oblio a cui le avrebbero destinate edizioni troppo datate, recuperabili con fatica sul mercato dell’usato, oppure troppo costose, con singoli album da quarantotto pagine – laddove un volume di “Historica” ne contiene spesso il triplo o il quadruplo – venduti a cifre oscillanti tra i 15 e i 18 euro.

Due titoli ai quali adesso, proprio per festeggiare l’anniversario della collana, se ne aggiunge un terzo che, a buon ragione, rappresenta un precursore del genere storico a fumetti fondato su una documentazione puntuale e su interazioni umane verosimili per il tempo e la cultura descritti: I passeggeri del vento di François Bourgeon.

Si tratta di un romanzo d’appendice in sette capitoli – il volume in questione, I passeggeri del vento: le avventure di Isa, contiene il primo dittico, La ragazza sottocoperta e Il pontoneambientato tra l’Europa, l’Africa, i Caraibi e le paludi del fiume Mississippi, in un lungo periodo compreso tra lo scoppio della Rivoluzione del 1789 e la Guerra di Secessione americana, quando sui mari e sugli oceani si svolgeva ancora il famigerato “Commercio triangolare”, basato sulla tratta degli schiavi.

PDF-1-ISA-9Nel primo episodio apprendiamo di come Hoel, un marinaio bretone, scopra, a bordo della nave della Marina reale francese sulla quale è imbarcato, la presenza di due misteriose giovani, ospitate dal capitano del vascello, all’insaputa del resto dell’equipaggio, in una cabina destinata agli ufficiali. Si tratta di Isa e Agnese, depositarie di un drammatico, triste segreto e desiderose di fuggire da un passato fatto di angustie, dolori e tradimenti per vivere in piena libertà.

5

Il cruento epilogo di una battaglia navale ne “I passeggeri del vento” © Francois Bourgeon

La vicenda conoscerà un terribile crescendo che culminerà nell’esplosione simultanea di una tragedia collettiva e di tante apocalissi private, quando, nel corso di una sanguinosa battaglia navale con la flotta inglese, giungeranno al pettine i nodi di questioni personali gravi e irrisolte.

Francois Bourgeon accanto al suo personaggio, Isa

Francois Bourgeon accanto al suo personaggio, Isa

PDF-2-ISA-2

PDF-2-ISA-4

Il secondo episodio vede, invece, i personaggi scampati alla catastrofe ritrovarsi e fare fronte comune per dirigersi insieme verso nuovi e inaspettati orizzonti. Alla storia si aggiungono altre, formidabili figure, anche se la protagonista principale resta Isa, ragazza forte, indipendente e libertina che può riportare alla memoria altre antieroine della narrativa disegnata, come la Barbarella di Jean Claude Forest, la Valentina di Guido Crepax o certi character femminili immaginati da Hugo Pratt.

Edito per la prima volta dalla Glénat, nel 1979, La ragazza sottocoperta consacrò il talento di François Bourgeon, consentendogli, l’anno successivo, di conquistare il Premio come Miglior Disegnatore al Festival di Angoulême.

Parigino, classe 1945, Bourgeon è un artista certosino che cura la realizzazione dei suoi lavori con una cura assoluta e un’attenzione ai minimi dettagli. Nessun passaggio è trascurato: testi, disegni e colori si appoggiano su precise fonti letterarie e iconografiche; il lettering si avvale di un font da lui ideato per l’occasione (e che è stato fedelmente riprodotto, su sua esplicita richiesta, per l’edizione italiana); oggetti, edifici e ambienti non sono solo ricavati da illustrazioni e fotografie storiche, ma addirittura da modellini e diorami costruiti dallo stesso Bourgeon per stabilire, all’interno di vignette e tavole disegnate, prospettive e distanze corrette.

Francois Bourgeon al lavoro su modellini e diorami per le sue storie

Pubblicato originariamente a puntate sulla rivista “Circus”, il ciclo de I passeggeri del vento ricevette da subito un’accoglienza trionfale sul mercato transalpino, spingendo la Glénat a varare il mensile “Vecu”, il cui titolo diede il “la” a un’intera etichetta editoriale incentrata su graphic novel a sfondo storico contraddistinti da intrecci dumasiani.

Le straordinarie peripezie di Isa, nel 1987, conobbero persino una trasposizione interattiva in un videogioco prodotto dalla lionese Infogrames Entertainment, azionista di maggioranza della Atari e colosso dell’ingegneria videoludica, per le principali piattaforme digitali a 8 bit dell’epoca. Un abandonware di culto, assai noto e ricercato dai collezionisti, che testimonia la vasta notorietà raggiunta in quegli anni dall’opera di Bourgeon anche al di fuori dei circuiti fumettistici e librari.

Dal canto loro, in trentacinque anni i singoli album della serie sono arrivati a totalizzare, singolarmente, anche un milione di copie vendute, stimolando l’attenzione degli ambienti accademici e generando una parallela letteratura di approfondimento sui loro contenuti specifici.

Un estratto dal videogame de “I passeggeri del vento”

La pubblicazione integrale e definitiva de I passeggeri del ventoa Le avventure di Isa faranno presto seguito, sempre su “Historica”, altri due volumi – rappresenta, insomma, un’occasione irrinunciabile per conoscere un tassello fondamentale nella storia e nello sviluppo della bande dessinée. Al contempo, i lettori avranno anche la possibilità di assistere alla maturazione grafica di Bourgeon, il cui tratto diventerà sempre più sottile e raffinato.

Già, perché I passeggeri del vento può essere considerato come un vero e proprio laboratorio attivo in cui l’autore applica per la prima volta un sistema di lavoro in seguito ottimizzato per le altre sue due opere maggiori: Il ciclo fantascientifico di Cyann e quello mistico-medievale de La Compagnia del Crepuscolo.

Da ogni punto di vista, un pezzo di storia per “Historica”.

© Francois Bourgeon

© Francois Bourgeon

Shop

News correlate

Hasta la Victoria! Venceremos! 61° volume di Historica

Anteprima 1 novembre 2017

In edicola, libreria, fumetteria e online dal 3 novembre 2017

Leggi tutto »

Bataclan – Terrore a Parigi, volume speciale di Historica

Anteprima 17 ottobre 2017

Disponibile in libreria, fumetteria, edicola e online dal 20 ottobre 2017

Leggi tutto »

Altre News

Lenin, settimo volume di Historica Biografie

Anteprima 14 novembre 2017

Una delle figure più significative e influenti del XX secolo, dal 7 novembre in edicola, fumetteria, libreria e online!

Leggi tutto »

La Lucca Comics & Games 2017 di Mondadori Comics

Eventi 9 novembre 2017

Eccoci rientrati da cinque giorni intensi, emozionanti e appassionanti sotto l’ampio padiglione di Piazza Napoleone che anche quest’anno ha ospitato il nostro stand alla ormai storica fiera del fumetto di Lucca.

Leggi tutto »