Ken Parker: la ballata di Lungo Fucile

La prima metà di aprile vedrà l’atteso ritorno nelle edicole, nelle librerie e nelle fumetterie di Ken Parker, una saga leggendaria che ha fatto la storia della narrativa disegnata in Italia.

Blog 12 marzo 2014 alle 12:00

Chi in passato ha conosciuto e amato Ken Parker, vive il ricordo delle avventure di cui è stato protagonista con uno straziante senso di mancanza. Chi non l’ha conosciuto sa che il personaggio creato letterariamente quasi quarant’anni fa dallo sceneggiatore Giancarlo Berardi e concepito dal punto di vista grafico dal disegnatore Ivo Milazzo, è stato protagonista di uno snodo fondamentale nella storia del fumetto seriale italiano.

ken9

Giancarlo Berardi e Ivo Milazzo negli anni Settanta, tra i cartoonist Mort Walker e Luciano Bottaro.

Il paradosso, se così vogliamo dire, è che le storie di Ken Parker nelle edicole nostrane ci sono sempre tornate con una certa regolarità. Infatti, dopo la prima, storica collana eponima, pubblicata, a partire dal giugno del 1977, dalla Cepim, diretta antesignana della Sergio Bonelli Editore, per concludersi, dopo 59 uscite, nel maggio del 1984, Ken Parker ricomparve immediatamente, anche se in forma più diluita, in storie a colori presentate a puntate, tra il 1985 e l’‘88, su riviste patinate come “Orient Express” e “Comic Art” prima di finire sotto l’egida diretta dei suoi due ideatori.

Ken 00 Ken 1 Ken-2 Ken 4

L’esperienza della Parker Editore, fondata da Berardi e Milazzo nel 1989, non solo portò – sotto la dicitura “Ken Parker: Serie Oro” – alla prima ristampa della serie originale, ma anche alla nascita di un “Ken Parker Magazine” su cui veniva presentata – assieme ad altro materiale letterario e fumettistico conforme al gusto dei due autori – la prosecuzione delle vicende dell’ex trapper del Montana. Una vera e propria boccata d’ossigeno per i fan di Ken Parker, ansiosi di apprendere la sorte definitiva del personaggio, che a ridosso di quel preciso momento editoriale compariva – a causa di un crimine maturato nel corso di uno sciopero di operai nella città di Boston – braccato dalla legge.

Ken 6 Ken-5 Ken 7

Conclusosi, tuttavia, il sodalizio della Parker Editore, Berardi e Milazzo furono nuovamente accolti in seno alla factory Bonelli, riordinando e accorpando in volumetti mensili – la “Ken Parker Collezione” – i racconti pubblicati sul “Ken Parker Magazine” e tentando di imbastire un ulteriore prosieguo della vita del personaggio in quattro, densi albi dal cospicuo numero di pagine (i “Ken Parker Speciale”).

Nel 1998, il percorso narrativo di Ken Parker poteva dirsi comunque concluso, con Berardi e Milazzo impegnati a portare avanti altri progetti personali, scindendo il loro sodalizio.

Nonostante tutto, come dicevamo all’inizio, i fedeli seguaci di Ken Parker hanno continuato a lamentare un’assenza del personaggio. Una sensazione dovuta a diversi fattori. Innanzitutto, la mancanza effettiva di una chiusura nel percorso esistenziale di Ken Parker, lasciato da Berardi e Milazzo, loro malgrado, in una condizione di drammatica precarietà, mortificante di tutti i valori e gli ideali che il personaggio aveva fino a quel momento incarnato (la libertà, la moralità, il forte senso di giustizia, la serenità dell’uomo in pace con se stesso, ecc.). E poi dei format editoriali sempre differenti, talvolta precari o estemporanei, spesso incapaci di trasmettere o di riprodurre in maniera adeguata la grandiosità epica e umana di Ken Parker e del suo mondo.

Un senso di frustrazione e di vuoto, un’impressione di vaga incompletezza che Mondadori Comics intende adesso colmare con quella che si appresta a essere l’edizione definitiva e completa del serial “Ken Parker”, secondo un’idea produttiva che punta a dare indiscutibile compiutezza a una straordinaria opera a fumetti.

A partire dalla prima metà di aprile, infatti, prenderà il via, con periodicità settimanale, una collezione di “Ken Parker” come non si era mai vista prima: albi di grande formato (per valorizzare al meglio le tavole disegnate), ognuno comprendente due o più episodi proposti in ordine strettamente cronologico, caratterizzati da carta ad alta grammatura, elevata qualità di stampa e una confezione editoriale pregiatissima, sia dal punto di vista grafico che da quello contenutistico.

Non a caso le cover si avvarranno di un logo ridefinito per l’occasione mentre le storie saranno precedute da un apparato redazionale curato da alcuni tra i migliori esperti e critici italiani del fumetto.

Non solo: Berardi e Milazzo hanno deciso di ottimizzare – al fine di elevarne ancora di più il livello qualitativo – sia le prime avventure della serie (che risentivano di tecniche e strategie narrative ancora in fase di rodaggio), sia i testi e il posizionamento dei balloon in ogni episodio. I dialoghi risulteranno, quindi, ancora più naturalistici e mimetici mentre le illustrazioni – sempre nell’assoluto rispetto formale ed estetico di quanto prodotto in passato dai diversi disegnatori della serie – punteranno, laddove possibile, grazie a studiati spostamenti e ricollocamenti della parte scritta, mai invasivi dell’inviolabile creatività altrui, a una resa dei dettagli e delle azioni ancora più chiara e coerente, scevra dalle limitazioni e dai vincoli produttivi del passato.

Ken-11 Ken 12 Ken 3

Insomma, se è vero che Giancarlo Berardi considera il fumetto come una sorta di grande cinema realizzato in casa, con materiali semplici, allora questa edizione di “Ken Parker” va messa in diretto rapporto con il director’s cut di film come L’esorcista: versione integrale di William Friedkin, I cancelli del cielo di Michael Cimino o Apocalypse Now redux di Francis Ford Coppola.

Ma non è finita qui: per la prima volta da decenni, alcuni episodi di “Ken Parker” verranno riproposti nella loro originale versione a colori. Un evento eccezionale se si considera che quelle storie oggi sono reperibili solo all’interno di rari volumi venduti a prezzi da capogiro sui mercati del collezionismo d’antiquariato.

Queste storie, oltretutto, non verranno proposte separatamente, con uscite speciali, ma integrate all’interno della collana nella loro precisa posizione cronologica.

E alla fine? Niente verrà più lasciato in sospeso come in passato. Nessun dubbio, a tale proposito. Come già preannunciato durante un gremito incontro col pubblico all’ultima edizione di Lucca Comics&Games, Berardi e Milazzo hanno già in programma un episodio conclusivo che tirerà le fila del lungo cammino di Ken Parker. Un punto fermo che, ne siamo sicuri, saprà commuovere i lettori e donare loro, finalmente, la certezza che quel rapporto di passione e di fantasia iniziato quattro decenni fa non si era mai spezzato. E che rimarrà per sempre solido e indissolubile. Senza più vuoti, senza più nostalgie, senza amarezze. Finalmente integro e completo.

Ken 0 IPOTESI 1

Altre News

I Maestri Inquisitori 2: Nikolaï & Mihaël, ventottesimo volume della collana Fantastica

Anteprima 23 maggio 2016

Nelle edicole, fumetterie, librerie e online dal 25 maggio 2016

Leggi tutto »

L’Impero Azteco – I presagi di Montezuma, quarantatreesimo volume della collana Historica

Anteprima 2 maggio 2016

Nelle edicole, fumetterie, librerie e online dal 6 maggio 2016

Leggi tutto »