XIII, l’action-thriller a fumetti che seppe trasformarsi in kolossal

Torna in una nuova, spettacolare edizione la lunga saga spionistica che ha contribuito a cambiare le regole del fumetto mainstream internazionale. “XIII” riesce a unire il pathos dei romanzi d’appendice alla forza adrenalinica del cinema hollywoodiano. E non mostra alcun segno dei suoi trent’anni di vita editoriale.

Blog 22 aprile 2015 alle 12:00

Correva l’anno 1984 quando sulle pagine della rivista settimanale “Spirou” esordì, a puntate, Il giorno del Sole Nero, primo episodio del thriller spionistico XIII.

Jean Van Hamme

Jean Van Hamme

A scriverlo, l’allora quarantacinquenne Jean Van Hamme, che poteva vantare un passato di globe-trotter, studi di economia politica e una ricca esperienza nel mondo del commercio, dell’industria e della finanza.

Una personalità poliedrica che aveva esordito come sceneggiatore di fumetti nel 1968 e che nella seconda metà degli anni Settanta si era fatto notare, in ambito narrativo, da un lato con una serie di romanzi letterari dedicati a quello che è oggi uno dei suoi personaggi più famosi, lo spericolato miliardario Largo Winch (dove potè mettere a frutto, sotto forma di fiction, la sua formazione universitaria e il suo background professionale); dall’altro con una bande dessinée di genere completamente differente: l’heroic-fantasy medievale Thorgal, realizzato assieme all’illustratore polacco Grzegorz Rosinski.

William Vance

William Vance

Ad affiancare Van Hamme nella realizzazione della parte grafica di XIII c’era, invece, il suo connazionale belga William Vance, una superstar del fumetto popolare, apprezzato per quello stile realistico e dinamico che aveva favorito il successo di serie come Howard Flynn, Bob Morane, Bruno Brazil, Ramiro e Bruce J. Hawker (quest’ultimo accolto di recente in Italia all’interno della collana “Historica” di Mondadori Comics).

Grazie soprattutto al fitto passaparola dei lettori, la saga di XIII – che si andava arricchendo di un nuovo episodio ogni anno – si trasformò, nel volgere di breve tempo, dapprima in un bestseller nazionale per poi scalare le classifiche di gradimento dei lettori anche in altri paesi europei, tra cui l’Italia.

Nel nostro Paese incominciò a essere serializzata per la prima volta nel 1990 dall’Eura Editoriale sullo storico settimanale antologico “Lanciostory”. In seguito la casa editrice romana ne ripropose i primi cinque capitoli su due volumi cartonati della collana “Euracomix”. E anche se, in seguito, i diritti per la pubblicazione libraria passarono sotto un’altra etichetta, l’Eura (da alcuni anni ribattezzata Editoriale Aurea) ha comunque potuto continuare a proporre fino a oggi, in anteprima, man mano che ne venivano realizzati di nuovi, i capitoli della saga, suddividendoli a puntate sulla sua rivista di maggior richiamo. Un passaggio di pubblicazione che ha riguardato anche lo spin-off XIII Mystery, collana nata nel 2008 e rivolta a mettere a nudo i segreti o semplicemente il “non detto” dei personaggi di supporto presenti nella serie principale.

Ed è proprio grazie a un’inedita partnership con l’Editoriale Aurea che martedì 5 maggio giungerà nelle edicole e nelle librerie, al costo di soli 1 euro e 90 centesimi, il primo numero di XIII targato Mondadori Comics: un volume cartonato, delle stesse dimensioni (21 X 28 cm.) delle collane “Historica”, “Fantastica” e “Prima”, che in 100 pagine a colori, caratterizzate da carta ad alta grammatura, presenterà Il giorno del Sole nero e Là dove va l’indiano, i due episodi d’esordio della serie popolare e, insieme, di culto creata da Van Hamme e Vance.

L’appuntamento con questa nuova edizione si ripeterà dapprima il 12 maggio, poi il 9 giugno e, da lì, ogni mese, al prezzo di 8 euro, proponendo sempre, in un’unica soluzione, due album originali francesi e, in appendice, una cospicua dose di contenuti extra accompagnati dai testi del critico e saggista cinematografico Giona A. Nazzaro. Una precisa scelta editoriale che mira a cogliere le molteplici connessioni che uniscono XIII all’ottica widescreen del grande cinema hollywoodiano.

Altra caratteristica fondante di XIII nella versione concepita da Mondadori Comics, è costituita poi dall’innesto dei vari tomi che compongono lo spin-off XIII Mystery in funzione di supporto tematico nei punti chiave della storyline principale. Billy Stockton, per esempio – scritto dal giornalista e saggista Laurent-Frédéric Bollée e disegnato da Steve Cuzor – si concentra sul passato di un personaggio centrale di Tutte le lacrime dell’inferno, terzo episodio di XIII. Le due storie verranno quindi inserite insieme sul secondo volume della collana di Mondadori Comics.

Un percorso editoriale e narrativo che viene adottato per la prima volta al mondo e che appare tanto più prezioso se si considera che gli album di XIII Mystery non rappresentano un mero prodotto commerciale pensato per i fan hardcore della serie, ma si avvalgono di uno standard qualitativo elevatissimo, assicurato da alcuni tra i migliori autori della scena fumettistica d’Oltralpe: sceneggiatori pluripremiati come Xavier Dorison (una delle firme più prestigiose del panorama francofono), Fabien Nury, Alcante, Joël Callède, Éric Corbeyran (co-autore di 9/11, titolo di punta della collana “Historica”) e Yann (co-ideatore della miniserie Empire USA); maestri del disegno realistico del calibro di Richard Guérineau, Éric Henninot, Philippe Berthet (noto in Italia soprattutto per la serie drammatica e postmoderna di Pin-up, scritta da Yann), Sylvain Vallée (che proprio con Van Hamme ha dato vita allo splendido affresco familiare de I Maestri dell’Orzo) e François Boucq (che i lettori italiani hanno amato per graphic novel come La moglie del mago e Bocca del diavolo e serie come Faccia di Luna, Bouncer e Il Janitor).

Inoltre, una volta terminato, col numero tredici della collana di Mondadori Comics, il ciclo originario di XIII (il volume comprenderà La versione irlandese e L’ultimo round, un formidabile dittico che accanto a Van Hamme e a Vance, vedrà impegnata la guest star d’eccezione Jean Giraud), inizierà la seconda stagione della serie, sceneggiata dal belga Yves Sente, e disegnata dal russo Youri Jigounov, messosi in luce con Alpha, altro action-thriller spionistico di grido.

Sente è, di fatto, l’erede naturale di Van Hamme, visto che lo scrittore suo connazionale gli ha affidato, sotto la propria supervisione, la conduzione di XIII e di Thorgal, lasciando per sé soltanto la prosecuzione della serie a fumetti di Largo Winch.

16

Yves Sente e Jean Van Hamme

La collana XIII edita da Mondadori Comics darà così occasione ad almeno tre generazioni di lettori di riscoprire o di scoprire per la prima volta il fascino di una serie all’apparenza derivativa, ma capace di acquisire rapidamente uno status di classico, ponendosi come anello di congiunzione tra la bande dessinée avventurosa degli anni Sessanta e Settanta e le produzioni contemporanee più sofisticate.

È ben noto, infatti, come lo spunto iniziale di XIII provenga da un thriller spionistico del 1980 scritto da Robert Ludlum, The Bourne identity, conosciuto a lungo, in Italia, col titolo Un nome senza volto, prima che la trasposizione cinematografica diretta nel 2002 da Doug Liman e interpretata da Matt Damon ottenesse il suo vasto successo internazionale.

XIII ha, tuttavia, seguito una strada del tutto autonoma da quella del romanzo di Ludlum, come potranno scoprire anche coloro che si sono appassionati, in passato, al ciclo di Jason Bourne, magari avvicinandovisi proprio attraverso il film di Liman, i suoi due sequel – The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum di Paul Greengrass – e lo spin-off The Bourne Legacy di Tony Gilroy.

Anche in XIII il protagonista è un uomo che ha perduto la memoria dopo essere stato ferito gravemente in circostanze misteriose. Anche lui, come Jason Bourne, ha manifestato delle inspiegabili capacità tattiche e di combattimento. Anche lui è inconsapevole portatore di un terribile segreto (simboleggiato dal numero romano, il XIII, appunto, tatuato sulla sua clavicola).

Ma le somiglianze finiscono qui. Trame ed enigmi seguono traiettorie del tutto diverse, fino al catartico epilogo.

XIII è stata una delle più grandi hit di tutti i tempi del mercato francese, trasformandosi in un franchise per videogame (eccellente lo sparatutto in prima persona prodotto dalla Ubisoft, con grafica cel-shading a fornirgli una forte connotazione fumettistica), giochi da tavolo (XIII: Il complotto) e, soprattutto, due apprezzati serial televisivi di produzione franco-canadese: XIII: La cospirazione – con Stephen Dorff nella parte del protagonista e Val Kilmer in quella del suo avversario, La Mangusta – e la diretta emanazione XIII: La serie (dove il ruolo dell’uomo privo di ricordi passa all’attore Stuart Townsend).

Il videogame di XIII, prodotto dalla francese Ubisoft

Il videogame di XIII, prodotto dalla francese Ubisoft

Anche il prodotto televisivo – di cui il canale satellitare Sky Atlantic sta trasmettendo in questi giorni la seconda stagione – si distacca, comunque, molto dallo spirito originario della serie a fumetti.

Una ragione in più per scoprire dove e come abbia avuto inizio il culto di questo avvincente capolavoro dell’entertainment fumettistico e multimediale.

Shop

News correlate

XIII

Anteprima 25 luglio 2016

Il volume conclusivo della serie che ha appassionato intere generazioni

Leggi tutto »

XIII: i motivi di un successo trentennale

Blog 10 giugno 2015

Col terzo numero, uscito ieri in edicola e presto disponibile anche sullo store online di Mondadori Comics, la saga di “XIII” taglia il suo primo traguardo narrativo. Infatti gli episodi contenuti nel volume – SPADS e Codice Rosso – chiudono quella che potrebbe essere considerata come la “prima stagione” della serie, gettando finalmente uno scampolo…

Leggi tutto »

Altre News

Bataclan – Terrore a Parigi, volume speciale di Historica

Anteprima 17 ottobre 2017

Disponibile in libreria, fumetteria, edicola e online dal 20 ottobre 2017

Leggi tutto »

Elric – Il lupo bianco, 18° volume della collana Prima

Anteprima 16 ottobre 2017

Disponibile dal 20 ottobre in edicola, libreria, fumetteria e online!

Leggi tutto »