Dopo la morte di Crasso, per mano dei prati, viene siglata la pace tra questi e il Senato romano. La VII legione, composta da mercenari galli, deve tornare a casa. Ciascuno col proprio bottino d’oro, i legionari viaggiano verso nord, accompagnati da Alix, che conosce la loro lingua, e guidati da Iorus, uno dei capi più valorosi. All’avvicinarsi delle terre natali, i mercenari dimenticano la disciplina e ritornano ai loro modi brutali, finchè gelosia e brama di gloria spingono il gallo a rigettare il suo nome romano e riprendere quello natale per conquistare l’universo conosciuto: Iorix il Grande.