Siamo giunti alle battute conclusive della seconda stagione di Empire USA, serial che ha dimostrato di essere legato a doppio filo con gli eventi della cronaca e della storia contemporanea, riuscendo a interpretarli con grande piglio narrativo.L’azione ha preso il via quando il protagonista, Jared Gail, ha appreso la tragica notizia riguardante l’assassinio del suo fraterno amico Duane Els, caduto sotto i colpi di pistola esplosi da un misterioso killer. Un delitto avvenuto nottetempo, nell’appartamento londinese di un avvocato al soldo di alcuni affaristi russi. Gail – che dopo aver abbandonato la CIA, è divenuto il direttore della sicurezza nell’entourage del miliardario americano Marlin Deckard – si è quindi recato in Inghilterra, dove, al fianco di Janet, un’agente di Langley, ha iniziato a ricostruire i percorsi e i contatti del suo sfortunato compagno d’armi. Contemporaneamente, nell’Europa dell’Est, una serie di attentati pianificati dal terrorista ceceno Akhmed Mazeyev, ha contribuito a innalzare il livello di tensione tra la Russia e alcune nazioni-chiave confinanti con essa, mettendo in pre-allarme anche il governo americano e i Paesi membri della Nato. Questa nuova crisi geopolitica cela, tuttavia, radici antiche e insospettabili che affondano in una rivalità personale alimentata da un odio atavico: quella esistente, fin dalla loro giovinezza, tra lo stesso Marlin Deckard e l’oligarca russo Illya Patakarski. I due si sono affrontati per un decennio, adottando le strategie più subdole e i sistemi più abietti, nel tentativo di umiliare e distruggere l’avversario. E per farlo non hanno esitato a ricorrere a insospettabili spie e sicari, come la bellissima top model Daria Pavlova, che Jared ha scoperto essere responsabile dell’omicidio di Duane. Daria è stata, però, a sua volta ferita gravemente da un infallibile cecchino: l’ex asset speciale della DIA Scarlett Cossler, donna dalla personalità disturbata che ha vissuto con Jared un’intensa relazione sentimentale.