Il giovane Étienne Lantier lascia Plassans e la Provenza per cercare lavoro. A Montsou, nel nord della Francia, viene assunto in miniera come vagonista, ossia addetto a spingere carrelli pieni di carbone sulle rotaie. Si tratta di un mestiere estenuante, dalle condizioni di lavoro spaventose. Nei giorni seguenti scoprirà l’universo della miniera, il villaggio degli operai, la famiglia Maheu e si innamorerà di Catherine. Finché una riduzione salariale scatenerà la rabbia collettiva e il rischio dello sciopero generale. Uno dei romanzi più celebri di Émile Zola e di tutta la letteratura francese.