Nel 1652, il giovane Robinson si imbarca contro il volere di suo padre. Dopo un duro apprendistato come marinaio, diventa piantatore in Brasile, prima di ripartire con una spedizione diretta in Africa. Non arriverà mai a destinazione: una terribile tempesta, infatti, cola a picco la sua nave e lui, unico sopravvissuto al naufragio, finisce su un’isola deserta. Anno dopo anno, Robinson lotta per sopravvivere sull’isola, tentando di migliorare le proprie condizioni di vita e tormentato dalla terribile sensazione di subire un qualche castigo. Il suo unico conforto è la Bibbia… fino a quando non incontra Venerdì, un giovane indigeno che gli sconvolgerà l’esistenza.