L’epoca cristiana non era ancora cominciata, quando ad Alessandria nacque CLEOPATRA, figlia bastarda di Tolomeo XII Aulete, sovrano d’Egitto. Diventò regina a diciassette anni, quando ancora non era una donna adulta, e dovette imporsi alla testa di un mondo patriarcale. Ma gli uomini ai vertici del regno si rivelarono deboli e il loro mondo ben presto si sgretolò. L’Egitto, decadente, si crogiolava nella Pax romana e Cleopatra imparò a guidare il popolo, imponendogli il suo sesso e il suo sangue. Ma re Tolomeo XIII, di cui Cleopatra era sorella e sposa, e che guidava il Paese al suo fi anco, pretese tutto il potere per sé. Spinto dall’eunuco Potino e dal generale Achilla, egli la scacciò dal trono d’Egitto e la costrinse a fuggire fi no in Giudea. All’orizzonte si profilava una violenta tempesta, che da Roma incombeva sull’Egitto portando con sé il sangue di Pompeo e il furore e la sete di gloria del leggendario console Giulio Cesare. Il primo volume della trilogia dedicata alla celebre “Regina fatale”.