Nato a Nantes nel 1759 Fouché è un vero prototipo dell’eroe moderno. Diventato presto una delle personalità politiche più influenti del suo tempo e dotato di grandi qualità strategiche e di una sostanziale mancanza di scrupoli, ebbe la rara capacità di legarsi agli uomini forti di una scena storica e politica assai inquieta, che si spinge dai giorni della Rivoluzione francese a quelli dell’impero napoleonico e fino alla Restaurazione. Schizzando bozzetti di rara incisività, Max Bunker e Paolo Piffarerio mettono in scena una galleria di personaggi nella tradizione dei grandi narratori grafici.