Seconda guerra mondiale, fine 1942, il soldato Ernst Kessler termina il periodo di formazione nella Wehrmacht e viene spedito sul fronte orientale. La realtà che trova è ben diversa da quella descritta in patria dalla propaganda, e l’attraversamento dell’Ucraina verso Stalingrado è un’avventura brutale, dove alla guerriglia della resistenza bolscevica si affianca il più terribile dei nemici: l’inverno russo! Il sogno di una vittoria tedesca viene poi infranto dal risultato dell’offensiva per il saliente di Kursk, il più grande scontro tra carri armati della storia, simbolo della fine dell’avanzata nazista di terra e dell’inizio del contrattacco delle truppe di Stalin. Un fumetto crudo, ispirato dai racconti dei sopravvissuti di quel terribile frangente storico che cambiò le sorti dell’Europa.