Alvernia, Francia, inverno del 1601. Una donna fugge tra i boschi fino a sprofondare in un lago ghiacciato. Il barone Yvon de Troïl, suo marito, la ritrova morta congelata mentre stringe al petto una bimba appena nata. Contemporaneamente, Maria de’ Medici dà alla luce Luigi, il delfino di Enrico IV, sovrano di Francia e di Navarra. Le storie delle due famiglie si incrociano otto anni dopo, quando un misterioso spadaccino mascherato di rosso si batte per vendicare il popolo vessato dai nobili. Chi si cela dietro la maschera? Ariane, la bimba del lago ormai cresciuta, si sente stranamente attratta dal giustiziere e farà di tutto per scoprirne l’identità.

Intanto Enrico IV stenta a mantenere la precaria pace di cui sembra godere la Francia dopo le “guerre di religione”. Sempre più in astio con la moglie e la sua corte “italiana”, il Re vorrebbe educare il futuro Luigi XIII a una maggiore comprensione del prossimo, ma l’incontro con una strana vecchia che sembra conoscere il destino degli uomini lo rende preda di incubi e ripensamenti.

Ossessionato dalla profezia che lo vuole presto morto, Enrico IV forse si pente della sua conversione al cattolicesimo, quando aveva affermato con scaltrezza che “Parigi val bene una messa”!

Raccoglie i primi 4 album della serie “Les 7 Vies De L’Épervier ” pubblicati da Glenat tra il 1983 e il 1988.