Luigi XIV, detto il Re Sole, incarna l’assolutismo monarchico per eccellenza e tramanda il ricordo di una Francia radiosa e onnipresente grazie soprattutto alla reggia di Versailles, emblema del gran secolo. Nel corso di un regno lungo ben 72 anni e segnato dal ricordo di una giovinezza turbata dai disordini della fronda, Luigi il grande si farà costante dovere di imporre la propria autorità sul reame al cospetto di nobili, protestanti e contadini, senza mai trascurare le frontiere del proprio regno, ricorrendo a una politica aggressiva e guerriera. Dallo straordinario dinamismo culturale iniziale, ai dispendiosi conflitti internazionali e carestie interne, Luigi XIV è l’emblema stesso del XVII secolo.