Sono ormai passati quasi sette secoli dalla fondazione di Roma e la Repubblica sembra essere inadeguata ad assecondare le spinte espansionistiche dei suoi personaggi più importanti. Roma si sente potente a sufficienza da conquistare il mondo conosciuto ed è di fatto retta da un triumvirato costituito dalle tre figure più importanti del tempo: il ricco Crasso, il brillante Pompeo e il geniale Cesare. Quando quest’ultimo ottiene il consolato nel 59 a.C., si fa affidare tre legioni, la VII, l’VIII e la IX, e si spinge a nord in cerca di ricchezza e di gloria.

Ma se Roma è il centro del mondo, fuori le mura capitoline sembrano regnare la divisione e la barbarie. Decine di popoli, prima e oltre le Alpi, stringono e infrangono alleanze facendosi perennemente guerra gli uni contro gli altri, alla ricerca di un’effimera supremazia locale. I Romani li chiamano Galli, ma la maggior parte di loro si definisce Celti e hanno in comune solo un’idea di religione naturalistica e un orgoglio senza pari. Talmente dediti alla guerra, da essere riusciti qualche secolo prima ad attraversare l’Italia e mettere a ferro e fuoco Roma, guidati da Brenno, un condottiero che è ricordato per aver imposto ai romani una resa umiliante al grido di “Guai a vinti!”.

Raccoglie integralmente i primi 4 album della serie “Vae Victis!” pubblicati da Soleil tra il 1991 e il 1993.