La guerra ci aveva sbarcati in un buco sperduto, al freddo e al gelo, tra il dolore e la morte . Il limitare della foresta era una frontiera che affacciava sull’ignoto, e noi l’attra versavamo tutti i giorni, e tutte le notti. Al di qua e al di là di essa, si viveva e si moriva nella paura e nello sconforto. Ma c’erano anche, per aiutarci a resistere, amicizia, amore e fratellanza…