C’era una volta, non tanto tempo fa, una fata di nome Wika Grimm. Scampata al massacro della sua nobile famiglia, privata delle sue ali, ella ha vissuto per anni nell’anonimato, sottraendosi così all’ira di re Oberon, l’assassino dei suoi genitori… Smascherata dalla sua vera natura, braccata, la giovane Wika si è smarrita nella landa dei Fomori. Là, dopo avere sconfitto i lupi di sangue reale sguinzagliati sulle sue tracce, ha fatto la conoscenza delle Fate nere: anch’esse hanno un conto da regolare con Oberon. Ma l’aiuto di queste madrine oscure non è del tutto disinteressato… in cambio del controllo dei suoi poteri, Wika dovrà fare voto di fedeltà. Ad Avalon, intanto, il tiranno e la sua amante dal cuore irto di spine, la DamaBianca, tessono con un tocco di perversione il fato della loro nemica giurata.