Nel 1979 il grande Bonvi, con la sua consueta e straripante creatività, dà vita a Marzolino Tarantola. Il protagonista di queste nuove avventure si ispira al personaggio giramondo Saturnino Farandola, creato dallo scrittore francese dell’Ottocento Albert Robida.Le storie per lui create da Bonvi sono dei divertenti “pastiche”, ricchi di citazioni e di rimandi alla letteratura, al cinema e al fumetto. Ad esempio, la struttura della lunga avventura “la Grande Corsa” contenuta in questo volume e pubblicata per la prima volta dal 1980, si ispira al divertente film “La grande corsa” di Blake Edwards, con protagonisti Tony Curtis, Jack Lemmon e Peter Falk. E all’interno potete ritrovarvi tante altre piccole grandi citazioni: in una vignetta si scorgono gli animali della fattoria dei McKenzie, compreso Lupo Alberto (Silver collaborava all’epoca con Bonvi anche nella realizzazione di alcuni disegni di questo personaggio), oppure vediamo la Banda Aerea, tutta composta da piratesse dell’aria, che vagamente ricorda quella che si è ritrovato a combattere Phantom nel precedente volume di Superfumetti.